Tutti i criteri di acquisto degli adattatori Bluetooth: info e valutazioni utili

Forse non tutti hanno familiarità con gli adattatori Bluetooth ma sicuramente tutti noi abbiamo usato, almeno una volta, la tecnologia Bluetooth. Si tratta di uno standard di comunicazione ideato nel 1994 dall’azienda Ericsson che permette a due dispositivi distanti tra loro di scambiarsi dati e informazioni. E’ una tecnologia che ha avuto grande successo perchè permette di abbassare i consumi e anche i costi di produzione dei dispositivi compatibili.

Funziona su una frequenza radio a corto raggio cioè copre i dispositivi che si trovano, solitamente, entro una decina o poco più di metri. Le frequenze utilizzate dal Bluetooth oscillano tra i 2.4 Ghz e i 2.485 Ghz. Risulta molto utile ad esempio per mettere in comunicazione pc o altri dispositivi che si trovano in stanze diverse.

L’icona del Bluetooth che ormai tutti conosciamo è ispirata alle rune che formano le iniziali del nome del re danese del decimo secolo d.C. Harald Blåtand. Re Harald, chiamato anche “dente blu” per la sua passione per i mirtilli, era anche un abile diplomatico e riuscì a riunire i vari popoli della penisola scandinava in un’unica nazione. Un po’ come fa il Bluetooth che permette a più dispositivi di comunicare e connettersi tra loro.

La rete comune che si andrà a creare con il Bluetooth si chiama piconet che può essere costituita da un massimo di 8 dispositivi attivi. Tutti i device partecipanti alla piconet possono comunicare con gli altri. Tuttavia, più dispositivi sono connessi e comunicano, più si affaticherà e rallenterà la rete di trasmissione dati.

A cosa serve un adattatore Bluetooth

Se però i nostri apparecchi sono sprovvisti di Bluetooth (una delle cause potrebbe essere perchè sono troppo vecchi e dunque poco aggiornati) non vi avvilite! C’è un ottimo ed economico rimedio: l’adattatore Bluetooth!

Si tratta di un piccolissimo dispositivo elettronico (simile a una mini chiavetta USB) che andrà inserito nell’entrata UBS del dispositivo che ci interessa e, alcuni tramite software di installazione dal facile utilizzo, altri in maniera immediata (“plug and play”), effettueranno la sincronizzazione e dunque la possibilità di scambiare dati, file e altre informazioni.

Dal costo davvero basso e alla portata di tutte le tasche, dall’estrema maneggevolezza e facilità di utilizzo, una volta scoperti i vantaggi di questi adattatori non potrete più farne a meno. In primis, pensate al fatto che non dovrete usare fili o cavi. Quindi avrete più libertà di movimento e di azione. Poi potrete usare questo adattatore per dispositivi diversi e connettere anche più di due device contemporaneamente.

L’unico aspetto negativo di questi adattatori potrebbe essere la presenza di interferenze. Ma se acquistate una versione aggiornata (come la 4.0 o la 5.0) , i rischi di interferenza si ridurranno drasticamente. Inoltre, siccome sono davvero piccolissimi (grandi di solito quanto una monetina da 1 euro), per non rischiare di perderli vi conviene procurarvi una custodia o un sacchetto di tessuto dove conservarli.

Criteri di scelta

Ma come scegliere l’adattatore Bluetooth adatto a te e alle tue esigenze? Per prima cosa, tieni a mente a cosa ti servirà e il motivo per cui lo stai acquistando. Tutto dipenderà dall’utilizzo che ne vorrai fare. Anche se, generalmente, è consigliabile acquistare un modello veloce e con la versione più aggiornata. Perchè potrà esserti utile in ogni occasione.

Oltre l’utilizzo che intendi farne, il prezzo e la marca, altri criteri per valutare quale tipo di adattatore Bluetooth acquistare sono:

  • la classe
  • raggio d’azione
  • compatibilità
  • versione del Bluetooth

Classe e raggio d’azione

Esistono 4 tipi di classe di Bluetooth, da cui dipenderanno la potenza di trasmissione (ERP) e la distanza.

Per potenza ERP (Effective Radiated Power) si intende la massima potenza trasmissiva in radiofrequenza. Si misura in milliwatt. Mentre la distanza è il raggio massimo di copertura senza ostacoli che può avvenire tra due dispositivi connessi col Bluetooth.

Le 4 classi sono:

  • classe 1: la distanza massima coperta è di 100 metri, mentre la potenza è pari a 100 mW.
  • classe 2: con potenza a 2,5 mW, possiede una copertura di circa 10 metri.
  • classe 3: ha distanza di circa 2 metro e potenza di 1 mW.
  • classe 4: è quella con copertura e  potenza più bassa fra tutte: 0,5 mW di potenza e 0,5 metri di copertura.

La maggior parte dei modelli di adattatori Bluetooth e di dispositivi di uso quotidiano come pc o smartphone appartiene alla classe 2: consumi bassi, buona velocità e copertura abbastanza ampia (10 metri):

Compatibilità

Prima di acquistare un adattatore Bluetooth, assicuratevi che sia compatibile con i vostri dispositivi e con i loro sistemi operativi.

Infatti non tutti i modelli sono compatibili con il Mac o con Windows. Spesso i modelli compatibili con il Mac hanno un prezzo leggermente superiore rispetto a quelli compatibili con i Windows.

E’ probabile poi che dobbiamo installare dei driver sul pc o altro dispositivo, prima di utilizzare l’adattatore. Non vi preoccupate, non è così difficile come può sembrare! Vi verranno in aiuto i dischi di installazione con le loro indicazioni oppure andando su Google e digitando il nome della marca e del modello del prodotto acquistato più la parola “driver”, verrete indirizzati verso le operazioni da fare.

In linea generale, usare un adattatore Bluetooth e installarlo è molto facile. Anche i più digiuni di tecnologia e meno avvezzi ad usarla si troveranno a loro agio e vi si abitueranno senza alcuna difficoltà!

Versione

Esistono 5 versioni di Bluetooth. La prima versione, la 1.0, venne introdotta nel 1999 e aveva una trasmissione dati di 732,2 kbit/s. E’ stata via via aggiornata e sempre di più migliorata in potenza e velocità.

La maggior parte dei modelli presenti ora sul mercato ha una versione da 4.0 in su. Hanno dunque una capacità di trasmissione dati che va dai 24 Mbit/s in su fino ad arrivare alla versione 5.0 che può trasmettere 50 Mbit/s di dati.

Nel gennaio 2019 è stata introdotta anche la versione 5.1 che assicura una grande velocità di trasmissione dati, riduzione dei consumi e delle interferenze e la localizzazione dei dispositivi in connessione.

Prezzi e marche

Potete acquistare gli adattatori Bluetooth sia nei negozi di elettronica che online, dove potrete confrontare prezzi, modelli e marche.

Le marche che ci consigliamo per avere prodotti dall’ottimo rapporto qualità/prezzo sono Asus, TP.Link, iMotus, 1mii, Hommie. Hanno prezzi davvero convenienti: tra gli 8 e i 14 euro. 

Economici, facili da usare e utili nella vita di tutti i giorni, gli adattatori Bluetooth vi stupiranno per la loro grande funzionalità e il loro minimo ingombro.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
adattatoribluetooth.it